Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri

Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri

Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri
4

Most Recent: Reviews ordered by most recent publish date in descending order.

Detailed Reviews: Reviews ordered by recency and descriptiveness of user-identified themes such as wait time, length of visit, general tips, and location information.


4.0
4.0 of 5 bubbles11 reviews
Excellent
2
Very good
5
Average
4
Poor
0
Terrible
0

Cho-san
川崎2,159 contributions
3.0 of 5 bubbles
Oct 2017 • Solo
鄙びた感じの街の教会。訪れた日の朝、若い学生達が集まって朝のお勤めを始めていた。始まっても三々五々学生が入ってくる。邪魔をしないよう写真を撮って早々に出る。
ロレンツォ・モナコ「十字架像」、ビッチ・ディ・ロレンツェ「イエスの誕生」、ネーリ・ディ・ビッチ「聖母戴冠」、パルマ・イル・ジョーヴァネ「最後の晩餐」あり。
Written January 13, 2018
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

Gastronauta1st
Milan, Italy822 contributions
4.0 of 5 bubbles
Apr 2015 • Solo
In epoca rinascimentale, via San Gallo era denominata "la strada della carità" per la presenza di ospizi ed ospedali dove i monaci badavano all'accoglienza ed alla salute dei viandanti. In questo contesto, dopo essere stata sede per oltre due secoli dei frati Celestini, nel 1552 la Chiesa di San Giovannino fu assegnata alle monache Ospitaliere dell'ordine di San Giovanni di Gerusalemme (e quindi "Cavalieresse" di Malta), che ristrutturarono gli interni rendendoli più funzionali al sollievo e alla cura dei malati e posero sulla facciata il proprio stemma, la croce di Malta in campo rosso, che si staglia tuttora sopra il portone centrale.
Written April 17, 2015
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

MarcoPD55
Florence, Italy12,641 contributions
3.0 of 5 bubbles
Mar 2015 • Friends
Un ampio vestibolo con armadi lignei in cui venivano custoditi paramenti sacri e documenti, precede la Chiesa.

Questa è stata fondata nel 14 secolo con forme gotiche a tre navate per ospitare ii frati Celestini di Pietro Morrone (il futuro Papa Celestino V).

I frati godevano di grande popolarità, al punto che poterono ornare la loro Chiesa di opere di grandi artisti dell’epoca: ancora oggi sono presenti una bellissima Natività di Bicci di Lorenzo ed una incoronazione della Vergine del figlio Neri di Bicci.

Nel 1550 Cosimo I assegnò la Chiesa ad un nuovo ordine monostico: queste monache avevano l'abito di Ospitaliere di San Giovanni di Gerusalemme e per questo furono chiamate "Cavalieresse", ed avevano come scopo la cura dei pellegrini e l'educazione delle giovani di nobile estrazione.

Le monache provvidero a grandi ristrutturazioni degli ambienti interni, mentre sulla facciata posero lo stemma dei cavalieri di Malta (una croce bianca in campo rosso); esse operarono fino al 1808 quando il loro ordine fu soppresso.

Oltre alle opere della famiglia Bicci, sono presenti anche un interessante Crocifisso di Lorenzo Monaco ed una Annunciazione del Maestro di Stratonice.

Questa chiesa non è sicuramente tra le più importanti di Firenze ma la sua visita è sicuramente interessante per la sua storia e le opere conservate.
Written March 27, 2015
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

claudio d
Viterbo, Italy34,562 contributions
4.0 of 5 bubbles
Feb 2024 • Couples
L'origine di questa chiesa è trecentesca, ma l'attuale aspetto è dovuto alle modifiche, ampliamenti e ristrutturazioni operate nella seconda metà del XVI secolo dalle Monache Ospitaliere di San Giovanni, che interessarono sia la chiesa che l'attiguo monastero. Fino a quando il convento non venne soppresso (nel 1808), le monache continuarono ad arricchire la chiesa di opere d'arte. In effetti la facciata pur attirando l'attenzione per il grande stemma rosso con la croce di Malta, non fa presagire che all'interno si trovi uno scrigno di pregevoli opere d'arte. Dal portale centrale, si accede ad un androne cinquecentesco, alle cui pareti laterali sono gli armadi a muro che contenevano gli archivi dell'ordine; da qui un ulteriore portale, che nel timpano reca lo stemma mediceo (era stato Cosimo I ad assegnare la chiesa e il convento alle monache), immette nella vera e propria chiesa. Interno poco illuminato e suddiviso in tre navate separate da pilastri, con la navata centrale più alta delle laterali, tranne il tratto iniziale, in quanto addossato alla controfacciata è un locale chiuso dalle cui grate le monache potevano assistere alla S.Messa; tra le due grate spicca l'organo cinquecentesco. La decorazione interna, ad eccezione del presbiterio incassato nell'abside, è sostanzialmente assente, ma quello che qui si apprezza sono le diverse opere d'arte poste sopra gli altari, tutti di fattura molto semplice, a parte il secondo di sx, in marmi policromi intarsiati.
Cominciando da dx, sopra al primo altare troviamo il crocifisso ligneo cinquecentesco che pare sia stato intagliato da quell'albero di olmo che in piazza San Giovanni fiorì pur in pieno inverno al passaggio della processione con la salma di San Zenobi (a ricordare questo evento, a piazza San Giovanni si trova la colonna di San Zenobi); segue poi un altare con una bella terracotta invetriata policroma della Vergine col Bambino; alla fine della navata si trova poi un antico affresco di San Michele, parzialmente rovinato, sulla dx, e la bella tavola dell'Annunciazione (1490) del Maestro di Stratonice, sulla parete di fondo; nel presbiterio, completamente ricoperto di affreschi seicenteschi di Rinado Botti ed Alessandro Gherardini, vi è il crocifisso sagomato con i dolenti di Lorenzo Monaco, del XV secolo; proseguendo sulla navata sx, accanto al presbiterio è la splendida tavola quattrocentesca dell'Incoronazione di Maria, di Neri di Bicci; procedendo verso l'uscita si incontra nell'ordine il monumento funebre seicentesco del cavaliere Angelo Martellini, quindi il citato altare in marmi policromi sopra il quale è il seicentesco quadro dell'Ultima Cena di Jacopo Palma il Giovane ed infine, vicino all'uscita, l'altare con la magnifica tavola quattrocentesca della Natività, di Bicci di Lorenzo.
Sulla controfacciata, ai lati dell'uscita, abbiamo la fonte battesimale, un monumento sepolcrale e soprattutto due tele seicentesche: la Decollazione del Battista, di Pier Dandini e la Nascita di San Giovanni Battista, di Santi di Tito.
Non si trova ordinariamente aperta; per vederla bisogna approfittare dei momenti prima e dopo la S.Messa giornaliera, che si celebra alle 08:10.
Written February 25, 2024
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

Mannu
1 contribution
5.0 of 5 bubbles
Jun 2022 • Friends
Luogo di culto ben gestito, di alto valore artistico per le opere ivi conservate, in primis quelle di Lorenzo Monaco e Bicci di Lorenzo. Offre la possibilità di un pranzo frugale all'ombra della palma.
Written July 2, 2022
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

Eleonora R
1 contribution
5.0 of 5 bubbles
Jul 2022 • Friends
Chiesa posta al centro della città, piena di ricchezze artistiche non altrimenti visitabili.
La pagina di Wikipedia ben fatta, aiuta a godere del patrimonio artistico.
Giardino con piante ben curate.
Ambiente convivale, consiglio la visita.
Written July 2, 2022
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

Елизавета М
Moscow, Russia828 contributions
4.0 of 5 bubbles
May 2016 • Solo
Церковь находится в стороне тт туристических троп. Интересна может быть тем, что по легенде в церкви находится деревянное распятие, вырезанное из вяза, который расцвёл зимой, когда его случайно коснулся гроб с телом Святого Зиновия
Written July 23, 2016
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

Igor S
Moscow, Russia388 contributions
4.0 of 5 bubbles
Jun 2015 • Couples
Скромная церковь в ряду других зданий на улице via San Gallo. От других зданий отличается гербом рыцарей Мальты на фасаде (белый крест на красном поле при поддержке двух ангелов из мрамора) над центральным входом. Основана в 14 в, изначально посвящена св Марии Магдалине.
Written April 25, 2016
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

ArBON-boleg
Yekaterinburg, Russia6,460 contributions
3.0 of 5 bubbles
Jul 2015 • Couples
Церковь встроена в плотную застройку квартала как обычное здание. Никаких доминант или особенностей. На фасаде даже окна сделаны в 3 этажа, как у соседних зданий. Отличить церковь можно только по незамысловатому декору с крестом над входной дверью. Для Флоренции с её культовыми шедеврами эта скромная церковь по архитектуре почти в конце списка. Про духовную ценность судить не берусь...
С уважением, Олег
Written April 11, 2016
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

PPCI-BG
Bergamo, Italy104,846 contributions
3.0 of 5 bubbles
May 2015 • Solo
La chiesa dedicata a San Giovanni decollato è nota con l’appellativo “de Cavalieri” perché, come si nota dallo stemma sulla facciata con la croce bianca in campo rosso, è stata la chiesa dell’Ordine di San Giovanni (e quindi Cavalieri di Malta) quando gestiva opere ospedaliere nei secoli scorsi. Non la chiesa più interessante in città ma se si passa merita una visita.
Written March 13, 2016
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews as part of our industry-leading trust & safety standards. Read our transparency report to learn more.

Showing results 1-10 of 11
Is this your Tripadvisor listing?
Own or manage this property? Claim your listing for free to respond to reviews, update your profile and much more.
Claim your listing

Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri - What to Know BEFORE You Go (with Photos)

Frequently Asked Questions about Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri

Hotels near Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri: View all hotels near Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri on Tripadvisor

Restaurants near Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri: View all restaurants near Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri on Tripadvisor

Attractions near Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri: View all attractions near Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri on Tripadvisor

Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri Information

Excellent Reviews

2

Very Good Reviews

5

Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri Photos

14