Tempio Valdese

Tempio Valdese, Milan: Address, Phone Number, Tempio Valdese Reviews: 4/5

Tempio Valdese
4
Points of Interest & Landmarks
Read more
Write a review

Top ways to experience nearby attractions

The area
Address
Neighborhood: Centro Storico
The pulsating core of Milan is in Centro. Duomo Square is enclosed by the gothic cathedral, the historic icon of Milan. However, shopping is what draws most crowds to this area. The classy and versatile Galleria Vittorio Emanuele II with luxury boutiques and high quality restaurants will turn any shopping or lunch expedition into a royal experience. Head to the rooftop of the flagship La Rinascente to enjoy the view of the animated square with a panorama of the Duomo. The Corso Vittorio Emanuele II is the street for high-end shopping. Brands of all kinds and street artists attract the attention of all visitors; while at Via Santa Radegonda 16, Luini Panzerotti is a much appreciated street food shop providing unimaginable culinary experiences. If shopping takes its toll on you, consider visiting Castello Sforzesco, a 15th century castle housing several museums. Those looking to relax can go to Parco Sempione, where nature provides respite from the energy of this dynamic and international city.
How to get there
  • Crocetta • 7 min walk
  • San Babila • 8 min walk
Best nearby
Restaurants
7,456 within 3 miles
Attractions
1,639 within 6 miles
Detailed Reviews: Reviews order informed by descriptiveness of user-identified themes such as cleanliness, atmosphere, general tips and location information.

4.0
18 reviews
Excellent
2
Very good
10
Average
6
Poor
0
Terrible
0

fi_decorso
Milan, Italy52,857 contributions
Solo
La bella facciata medioevale, che rivedo volentieri quando come stamattina passo in via Francesco Sforza, faceva parte dell'antica chiesa cattolica di San Giovanni in Conca, di cui oggi rimangono, tra Piazza Missori e Via Albricci, soltanto i ruderi dell'abside e, sotto di essi, la bellissima cripta paleocristiana (visita consigliata, v. recensione). Ma contrariamente a quanto si pensa tale facciata appartiene ai Valdesi non da tempi recenti, bensì da quasi un secolo e mezzo, anche se la collocazione attuale risale appena al 1952. Essi infatti la acquistarono nel 1879, adattandola in un primo tempo a quanto rimasto della chiesa originaria e trasferendola qui quando quest'ultima fu demolita definitivamente. Di tutt'altro genere l'aula interna, moderna ed essenziale, anzi decisamente spoglia, come nella migliore tradizione valdese, che in ogni espressione bada alla vera sostanza. Luogo degno di nota se ci si trova nei paraggi.
Written May 25, 2019
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

fi_decorso
Milan, Italy52,857 contributions
Questa mattina, mentre mi recavo a Palazzo Sormani, mi sono soffermato ancora una volta ad osservare la bella facciata, ancorché rimaneggiata, appartenuta all'antica chiesa di San Giovanni in Conca, di cui rimangono, tra Piazza Missori e Via Albricci, solo parte dell'abside e la cripta paleocristiana (attualmente chiusa, visita consigliata).
Trasferita e ricomposta qui la facciata, rispetto all'originale, manca di alcune parti, come i rosoni inferiori, le colonne a lato del portale d'ingresso, la statua nella nicchia superiore, i pinnacoli sommitali.
(*visitato 12 marzo 2022*)
Written March 12, 2022
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

fi_decorso
Milan, Italy52,857 contributions
Percorrendo Via Francesco Sforza ho visto ancora una volta la bellissima facciata a capanna del Tempio Valdese, che in realtà fu realizzata intorno al 1200 per la chiesa di San Giovanni in Conca e trasferita qui solo alla metà del secolo scorso, come descritto nelle mie recensioni precedenti.
Rispetto all'originale, peraltro rimaneggiato nel corso dei secoli, la facciata oggi non ha più i quattro contrafforti che la scandiva in tre fasce, sono spariti i pinnacoli sommitali e le colonne ai lati del portale d'ingresso, i due rosoni laterali sono murati e senza decorazioni, la nicchia in alto è priva della statua scolpita.
In verità nel XVI secolo furono aperte due porte e due finestre che deturparono l'elegante facciata medievale, uno scempio a cui l'architetto Angelo Colla pose provvidenziale rimedio riportandola all’aspetto antico.
(*visitato 4 maggio 2021*)
Written May 4, 2021
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

Riccardo_De_Martini
Roma, Italia3,042 contributions
Couples
La facciata del tempio valdese ci ha incuriositi ed attratti ad entrare, per la incredibile assonanza con lo stile romanico lombardo. Solo successivamente, visitando la cripta di San Giovanni in Conca, abbiamo capito che la facciata in realtà appartiene all'antica chiesa viscontea, poi sconsacrata, poi divenuta valdese e successivamente sacrificata al folle progresso urbanista. Smontata e rimontata altrove con ampie aggiunte e importanti restauri, rappresenta la soglia d'ingresso di un luogo dall'interno comunque suggestivo, dalle sobrie linee scandinave e spesso allietato da cori e concerti d'organo.
Written November 13, 2017
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

Adrosas
Milan, Italy2,226 contributions
Friends
La storia della facciata del tempio è ormai nota a molti (milanesi e non) grazie anche al fatto che la cripta della chiesa di san Giovanni in conca (cui la facciata apparteneva) è aperta e presidiata dai volontari di Aperti per voi del Touring Club Italiano. Per chi non la conoscesse, faccio un breve riassunto. La magnifica chiesa di Bernabò Visconti, divenuta parte di un convento di Carmelitani soppresso nel 1782 in base alle disposizioni di Giuseppe II, venne sconsacrata nel 1813, sotto Napoleone, trasformata in un magazzino, parzialmente abbattuta tra il 1877 e il 1880 e quindi venduta alla comunità valdese. I Valdesi, acquistati i ruderi, incaricarono l’architetto Angelo Colla di arretrare l’antica facciata per la loro nuova aula di culto, integrando le parti mancanti (in stile neoromanico): ne risultò una facciata a capanna, in mattoni rossi e pietra bianca, con inserti in marmo, un portale, leggermente strombato, decorato da una lunetta con mosaico e, sopra il portale, un rosone circolare e una monofora cieca. Quella facciata venne smontata nel dopoguerra, quando avvenne la demolizione della chiesa per realizzare l'asse viario di via Albricci-piazza Missori e riassemblata (con qualche modifica) per il nuovo edificio di culto che la comunità valdese edificò su un lotto assegnato dal Comune, lungo la cerchia del Naviglio di Francesco Sforza dove sorgevano i resti bombardati di un’ala del palazzo del Principe Trivulzio. Il nuovo edificio è un’aula unica, coperta con un soffitto che poggia su grandi arcate a sesto acuto, che si conclude con un'abside appena accennata e rivestita in pietra, su cui è collocata – eccezionalmente - una grande croce; l’aula prende luce da grandi finestroni rettangolari che si aprono lungo le pareti laterali e da lampade cilindriche pendenti dal soffitto (semplicissime).
La costruzione attualmente visibile - che vede una facciata antica accostata ad un corpo moderno - è opera dell’ing. Natale De Molinari ed ha avuto un percorso travagliato, secondo quanto riportato dai siti che si occupano di censire i beni architettonici e di documentarne la storia. N.B. dal giugno 2016 il Tempio Valdese è stato inserito come bene di rilevanza artistico-architettonica all’interno del censimento delle architetture d’eccellenza del secondo Novecento a livello regionale e nazionale.

Entrare, varcando la soglia di una facciata (neo)romanica, in questo grande locale in cemento armato, ferro e vetro che – se non fosse per le panche e per la croce sulla parete di fondo - potrebbe sembrare destinato ad altro uso, più commerciale che religioso, è stato per me abbastanza sconcertante; ma è lo stesso sconcerto che provo, da cattolica, abituata a chiese strabordanti di immagini dipinte e scolpite, quando entro in una qualunque chiesa protestante che non contempla la presenza di immagini e in cui l’unica cosa che si potrebbe definire decorativa è l’organo collocato nella cantoria in controfacciata!
Written October 30, 2017
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

fi_decorso
Milan, Italy52,857 contributions
Solo
Come già detto ampiamente da chi mi ha preceduto il tempio Evangelico Valdese situato in Via F. Sforza si presenta con la facciata originariamente della chiesa di San Giovanni in Conca e da qui trasferita dopo la sua definitiva demolizione avvenuta nel 1949.
In Piazza Missori è rimasta la bella cripta paleocristiana, che merita sicuramente una visita, magari insieme a questa meta cui è storicamente legata.
Non tutti sanno, però, che già nel 1879 - dopo la prima parziale demolizione di San Giovanni in Conca per aprire Via Mazzini - la facciata veniva utilizzata dai Valdesi dopo che era stata applicata all'abside, assegnata come loro chiesa. Ecco spiegato perché essa ha poi seguito le sorti del nuovo edificio di Via F. Sforza.
Come detto prima, questa è una meta da unire alla cripta suddetta e, possibilmente, alle vicine Università Statale (ex Ospedale Maggiore "Ca' Granda"), basilica di San Nazaro in Brolo e chiesa di Santo Stefano con San Bernardino alle Ossa.
Written January 21, 2017
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

max77Milano
Milano478 contributions
Couples
In seguito ad una cena nelle vicinanze di questo tempio, ho avuto il piacere di poterlo ammirare.
La facciata esterna è in stile gotico e tenuta alla perfezione, trovare gioielli di questo tipo in pieno centro in una città come Milano fa piacere e degna di una visita.
Written July 21, 2016
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

Dmitry M
Moscow, Russia249 contributions
Solo
Фасад здания выделяется на фоне остальных, и особенно на фоне большинства церквей Милана. Не удивительно - это здание 50-х годов 20 века. если что - стиль модерн. Прогуливаясь по городу, обратите внимание.
Как место для обязательного посещения, я бы не рассматривал.
Written February 23, 2016
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

PPCI-BG
Bergamo, Italy101,682 contributions
Couples
La chiesa moderna in sé non è particolarmente interessante ma, come è ben noto, la facciata è quella della vecchia chiesa di S. Giovanni in Conca, smontata e rimontata qui al momento della demolizione dell’antico edificio religioso. Sono quindi andato ad ammirarla nella mia ricerca dei pezzi di quel puzzle che è diventata S. Giovanni con il suo smembramento. Bella facciata a capanna in stile lombardo con un rosone al centro. Però, che strana storia ha da raccontare…
Written September 11, 2013
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

Stefano91
Milan, Italy78,422 contributions
Couples
La facciata del Tempio Valdese è quella della demolita chiesa di San Giovanni in Conca (vedi recensioni) che sorgeva in piazza Missori e della quale resta la bella cripta sotterranea affrescata.
La facciata fu smontata e rimontata poi, con qualche variazione, sulla chiesa valdese degli anni Cinquanta del Novecento.
Singolare contrasto tra il gotico lombardo della facciata e la linearità dell'interno moderno, privo di immagini sacre secondo la norma protestante.
Accanto alla chiesa, a sinistra guardando verso la facciata, è aperta una importante libreria protestante.
Written December 20, 2018
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of Tripadvisor LLC. Tripadvisor performs checks on reviews.

Showing results 1-10 of 18
Anything missing or inaccurate?
Suggest edits to improve what we show.
Improve this listing
Frequently Asked Questions about Tempio Valdese